Giorni pieni di lettura e poesia quelli appena trascorsi..Peccato che siano solo un ricordo, perchè con i ritmi a cui sono abituata solitamente la poesia entra davvero raramente dalla mia porta…
Amo la lettura e la poesia…Ogni tanto riesco a nutrire anche lo spirito oltre che il corpo!!

Sto pensando alla cena di questa sera…e con il frigo vuoto vi assicuro che sarà una bella sfida!
Si accettano consigli…E miracoli!! Alla fine mi sa che il sushi ( take away) sarà la mia ultima spiaggia…

Oggi per pranzo digiuno e poesia…. questa è scritta da Emily Dickinson…

“Se le mie pene future in una volta
venissero ad affliggermi quest’oggi,
sono così felice che- son certa-
si allontanerebbero ridendo.

Se le mie gioie future in una volta
venissero ad invadermi quest’oggi,
non potrebbero essere così grandi
come questa che mi possiede adesso.

Se tu dovessi venire in autunno
mi leverei di torno l’estate
con un gesto stizzito ed un sorrisetto,
come fa la massaia con la mosca.

Se entro un anno potessi rivederti,
avvolgerei in gomitoli i mesi,
per poi metterli in cassetti separati –
per paura che i numeri si mescolino.

Se mancassero ancora alcuni secoli,
li conterei ad uno ad uno sulla mano –
sottraendo, finchè non mi cadessero
le dita nella terra della Tasmania.

Se fossi certa che, finita questa vita,
io e te vivremo ancora –
come una buccia la butterei lontano –
e accetterei l’eternità all’istante.

Ma ora, incerta della dimensione
di questa che sta in mezzo,
la soffro come l’ape-spiritello
che non preannuncia quando pungerà.”