Il Mercato Centrale Torino ospita – dal 31 maggio al 2 giugno – il primo festival Gaya-Gaya, un evento rumoroso, ricco di esibizioni, ospiti, allegria ed esperienze giapponesi.
Cosa significa Gaya-Gaya? “Rumoroso“, “pieno”, si tratta di una delle onomatopee giapponesi più utilizzate nella vita quotidiana, e indica un contesto dove c’è allegria ed energia.

Il festival ha ottenuto il patrocinio dell’Ambasciata giapponese, è organizzato da Mercato Centrale Torino in collaborazione con l’artigiano della bottega di Ramen e altre specialità giapponesi Akira Yoshida. Una grande festa della cultura orientale, con tre giorni di appuntamenti didattici, momenti di intrattenimento, workshop e degustazioni gastronomiche.

Tra gli ospiti chef Hiro, lo chef di cucina giapponese più noto d’Italia, che svelerà i segreti del Okonomiyaki, il piatto tipico di Osaka ( e di Expo 2025). E poi la Cerimonia del tè, (Cha no yu, 茶の湯, “acqua calda per il tè”) che sarà raccontata dalla maestra Tomoko Hoashi, o con il sake, spiegato in tutte le sue accezioni dalla sake sommelier Kana Cappelli. O ancora, Luca Rendina porterà il pubblico alla scoperta del Shōchū (焼 酎), un distillato originario del Giappone.

E poi musica dal Giappone con Kikuchi Shinobu, che suonerà il sanshin (三線, letteralmente «tre corde») uno strumento a corde pizzicate okinawano, l’arte dei Samurai con Kamui, una troupe di “Artisti Samurai” che divulgano la cultura giapponese nel mondo.
Spazio anche alla narrazione contemporanea con la partecipazione di personaggi come Kenta Suzuki, l’influencer giapponese più influente in Italia, o Erikottero, youtuber giapponese famosa come insegnante di lingua giapponese per il popolo italiano.

In programma workshop (a pagamento e su prenotazione obbligatoria a info.torino@mercatocentrale.it) che si svolgeranno durante la tre giorni negli spazi di Mercato Centrale: degustazioni di tè, sake o di distillati giapponesi, corsi di calligrafia giapponese, di sushi o di ravioli, di origami o di Kintsugi, l’arte giapponese di riparazione delle ceramiche.

Durante il Festival la Terrazza di Mercato Centrale Torino, con il suo bellissimo affaccio su Porta Palazzo, si trasformerà nell’Asahi Beer Garden, una birreria all’aperto con street food a cura del Ramen Bar Akira, e lo Spazio Fare ospiterà, oltre alle esibizioni dei tanti ospiti, un piccolo mercato con artigiani e produttori giapponesi che venderanno prodotti tipici.