Adoro il pesce crudo, ed il tonno in modo particolare!!!
Ma se Nicola mi sente parlare di sashimi gli si rizzano i capelli in testa…
Già mi sopporta abbastanza in questi giorni (e sere )…diciamo che ormai faccio parte dell’arredamento del locale…;-) e qualcuno mi scambia per “una del posto” tante sono le volte che presenzio agli esperimenti dello “chef”!!!
In uno di questi esperimenti , peraltro molto piacevole a vedersi, è nata questa ricetta… E da buona “aficionados”quale sono, ho subito pensato di riportarla fedelmente per le mie care amiche Petula e Lilli ( Sigrid,anche per te!!) … divoratrici di pesce crudo ( anche sottoforma di sashimi….) come me!!!

Tonno rosso farcito con astice e curry verdure croccanti, crema di piselli e zuppetta di bottarega

Dosi: 4 persone

Per il tonno:
Tagliare a fettine fini (3 per porzione) 400 gr di tonno
Astice 1 (pulito)
Scalogno 1
Curry q.b.
sale & pepe q.b.
Vino bianco q.b.

Fare rosolare nello scalogno l’astice con il curry (poco) , bagnare con poco vino bianco, sale e pepe.Cuocere per pochi minuti, passarlo al tritatutto;cospargere questo passato di astice tra le fettine di tonno salato e pepato e comporre come una millefoglie.

Per la crema di piselli:

100 gr di piselli fini
1 scalogno
1 foglia di salvia
burro q.b. ( x macrobiotica:olio e.v.)
sale & pepe q.b.
brodo vegetale q.b.

Cuocere i piselli in poco burro con lo scalogno.Dopo pochi minuti passarli bene al setaccio e mettere da parte.

Per la zuppetta:

100 gr di pomodori spellati
brodo di pesce q.b.
bottarega grattugiata di tonno q.b.
sale & pepe q.b.
Olio extra vergine di oliva

Passare a crudo i pomodori spellati, diluirli con poco brodo di pesce ed aromatizzarli con la bottarega grattugiata di tonno, sale e pepe ed un filo di olio e.v.

Per le verdure croccanti: ( a piacere-cipollotto/carote…)
Friggerle in abbondante olio e farle asciugare per pochi minuti in forno.

Comporre così il piatto come in foto facendo scottare il tonno in forno a 220° per 3 minuti, deve rimanere abbastanza crudo.
Servire il tutto caldo.

Questo è un piatto che si può preparare freddo anche in piena estate.

Vino: io consiglio un Franciacorta Gran cuvee “Rosè” DOCG BELLAVISTA (Pinot nero e Chardonnay)

Chef-Patron Nicola Batavia

Bon appetit da me e da…Nicola!!