Ho conosciuto Gabrio Bini a Identità Golose lo scorso Gennaio..milanese di nascita,innamorato di due isole agli antipodi del globo..Bali e Pantelleria… E Pantelleria, la più africana e selvaggia delle nostre isole, gli ha cambiato la vita..
Mi racconta della sua scelta con gli occhi lucidi, come un bambino che entra per la prima volta in un negozio di giocattoli… Sentirlo parlare di Pantelleria, dei suoi capperi e del suo vino in anfora è un vero piacere.. Come se fosse sempre vissuto lì.
E’stata una grande fortuna poter assaggiare il suo Zibibbo in purezza vinificato in anfore,nettare meraviglioso.. a naso ha tutte le caratteristiche di un vino dolce…floreale,aromatico ma che, a sorpresa, in bocca ha la forza del mare, carico comè di sapidità e di minerali…
Amici miei,sicuramente un vino da provare… come da provare sono i suoi capperi.. lavorati con Fleur de sel de Guerande..
Qualche tempo fa chiesi a Gabrio di mandarmi una ricetta che ama in particolar modo e lui mi ha raccontato questa.. semplice, che sa di mare e di terra.. un’esplosione di sapori e d’estate !

Suggerisco,per l’esecuzione della ricetta, l’acquisto dei capperi di Serragghia, perchè sono unici…
(Altro connubio sicilia/mauritania ben riuscito..bottarga Imraguen e capperi di pantelleria)

Gabrio consiglia gli spaghetti alla chitarra Ma’kaira farro e orzo di Giacomo Santoleri; io non li ho trovati e ho utilizzato un buon spaghetto farro e orzo bio che avevo in dispensa… ;)
preparate un leggero aglio e olio che dovrà essere finito di cuocere con un pò acqua;quando lo spaghetto sarà nella zuppiera, condite con l’aglio e l’olio, aggiungete una manciata di capperi “Serragghia”e una spolverata di bottarga di muggine affettata con una mandolina molto affilata o con l’affettatartufo.
raccomandazione:l’acqua della pasta non deve essere salata!
P.s. se qualcuno ha una scorta esagerata di spaghetti Ma’kaira – e so che c’è… ;o) – si faccia avanti!!!

Fatemi sapere come è andata la prova Capperi & Spaghetti!!