Il nostro viaggio in Portogallo di due anni fa mi ha regalato momenti indimenticabili, in una terra ricca di emozioni,storia e tradizioni antiche…
Lisbona, città di partenza di numerose conquiste.. città ricca di monumenti..la torre di Belém,il monastero di Jerònimos,il ponte Vasco de Gama e …sono così tante le cose da raccontare che non basterebbero 10 post!!
Per i golosoni come noi è una città ricca di ristorantini dove ascoltare del buon fado e gustare uno squisito piatto di bacalhau, tirando tardi!E dal ricordo di una cena a Lisbona ieri sera ho preparato questo fantastico baccalà!!
Un ringraziamento speciale a una cara amica, che lo scorso anno mi ha regalato un bellissimo libro di cucina portoghese… cozinha tradizional portuguesao mundo da culinaria..

Curiosità:una delle cose curiose della cucina portoghese è che con la grande varietà di pescato a disposizione, la popolazione preferisce di gran lunga il baccalà secco o sotto sale a quello fresco.. E pensate che in portogallo esistono circa 365 modi differenti di cucinarlo!! :)

baccalà grammi 500
patate (media grandezza) 4
cipolla 1
aglio 1 spicchio
latte intero 4 dl
uova sode 2
olio e.v.di oliva q.b.
olive nere 16 snocciolate
prezzemolo tritato un cucchiaio
sale & pepe

ammollate il baccalà per 24/30 ore in acqua fredda,avendo cura di cambiare l’acqua ogni 5/6 ore..
mettete il baccalà in pentola capiente e copritelo con acqua bollente.. lasciate in ammollo per circa 15/20 minuti..nel frattempo fate cuocere le patate in abbondante acqua…
A questo punto scolate il baccalà,eliminate la pelle, le spine e riducetelo a pezzetti con le mani..
Trasferite il pesce in una teglia di terracotta e copritelo con il latte caldo..
Affettate finemente le cipolle e l’aglio e fatele soffiggere in olio caldo per qualche minuto..
Aggiungere le patate tagliate a fette,il baccalà scolato dal latte e mescolare… aggiustare di sale e pepe..
Infornare ( in una teglia di terracotta) per circa 15 minuti a 180°..
Servire caldo accompagnando con le olive nere, le uova tagliate a fette e un pizzico di prezzemolo tritato… ( ho scordato le olive!!! ;-D)

Nota:A Josè Luis Gomes de Sà, dobbiamo la paternità di questa ricetta… commerciante di baccalà di Oporto e gran gourmet… :)