Il dolce di San Valentino…. cremoso, voluttuoso,ludico.. insomma adatto ad una cenetta a due… :)
La leggera punta di vaniglia crea una versione speziata di un classicissimo dessert..uno dei dolci italiani più conosciuti del mondo!
Dal piemonte al veneto, dalla lombardia alla toscana c’è la disputa sull’invenzione di questa delizia… ma è così importante sapere chi lo ha inventato??? Direi di no!!

La versione di oggi è di Carlo Cracco (con qualche variante) ed è tratta dal suo ultimo libro…sapori in movimento..regalo di un caro amico per natale.

le dosi sono da 4.. ( o due supergolosi)!

mascarpone -freschissimo- grammi 80
savoiardi sardi grammi 40 ( più lunghi e morbidi dei classici) -ma fatti in casa sarebbe meglio!
caffè 1 dl
latte intero fresco 1 dl
bacello di vaniglia 1/2
tuorlo d’uovo 1
zucchero grammi 45
farina grammi 10
albume 1
gocce di cioccolato grammi 20 ( io non le ho messe)
cacao in polvere q.b.
sale q.b.

tagliate i savoiardi a cubetti..in un pentolino fate ridurre il caffè fino ad ottenerne circa due cucchiai…
portate a bollore il latte con 1/2 bacello di vaniglia aperto e grattato..
a parte mescolate il tuorlo con 20 grammi di zucchero e sucessivamente incorporate la farina.
versate il latte caldo sul composto d’uovo e rimettetelo sul fuoco per 3/5 minuti.. fate raffreddare la crema.. in una ciotola montate a neve ferma l’albume con il restante zucchero..unite alla crema il mascarpone mescolando delicatamente con una spatola e l’albume ben fermo..

Disponete il composto dentro tazze di vetro ( io ho utilizzato alcuni barattoli) formando degli strati con i cubetti di savoiardi, la riduzione di caffè e le gocce di cioccolato..

Cuocete il tiramisù in un wok ( pieno d’acqua per metà) ,appoggiando i barattoli sulla griglia d’acciaio,per circa 5 minuti… spolverizzate con il cacao in polvere e servite … (ho scordato il cacao nella foto)!

Tiramisù approvato!!!

(test tiramisù approvato dall’assistente)