Tomato Cherry!

Estate…sole, terra e natura rigogliosa… la stagione per eccellenza ricca di vitamine e minerali!
Abbiamo a disposizione una moltitudine di frutti e ortaggi e,a volte, se compriamo in quantità si corre il rischio di buttare via tutto!

Allora armiamoci di pazienza e cerchiamo di capire quale potrebbe essere il metodo migliore per conservare la nostra preziosa spesa…. :)
Per ragioni di spazio (e tempo) io qui le ho sintetizzate.. ma esistono molte dispense e libri dedicati all’argomento..

Congelamento:E’molto utile come metodo di conservazione domestico di ortaggi, frutta e verdura cotta o cruda..il problema sorge in quanto la percentuale di acqua contenuta e il lento e progressivo abbassamento della temperatura produce cristalli di ghiaccio all’interno delle cellule che c ausano la rottura delle pareti.Sgongelando l’alimento si ha una considerevole perdita d’acqua e di conseguenza di sapore e nutrienti… se possibile ( e non tutti ahimè possono) si consiglia la Surgelazione al congelamento,per il semplice fatto che i cibi surgelati raggiungono molto più velocemente le basse temperature, mantenedo così intatte le qualità organolettiche.Quasi sempre infatti, le grandi industrie surgelano sul posto frutta e verdura.

Essiccamento:Antico metodo di conservazione ancora in uso si ottiene con l’esposizione alla’aria e al sole di prodotti freschi..le caratteristiche organolettiche cambiano a causa della perdita d’acqua e dell’ossidazione.Esempio tipico??? I pomodori secchi ricchi di sole e sapore!

Mescola con lo zucchero.. questo metodo è utilizzato per lo più per la frutta.. lo zucchero agisce allo stesso modo del sale evitando la proliferazione dei batteri sui prodotti prima della cottura… esempio?? zenzero candito… :) Ecco qui il link:al mio zenzero!

Salatura… viene usato sale marino (grosso) che inibisce la moltiplicazione dei batteri e assorbe l’acqua in eccesso..si utilizza sui prodotti freschi.. per esempio i capperi !

Salamoia…soluzione di acqua e sale,in saturazione… questo metodo di conservazione è efficace con ogni tipo di ortaggio… tipiche le olive in salamoia! Quelle pugliesi sono buonissime!

Sott’aceto…Da solo o in associazione allo zucchero,l’aceto conserva vegetali cotti,assicurandoci bontà e salute al riparo tra strani batteri che potrebbero formarsi all’interno delle nostre preziose conserve!!
Tra le preparazioni.. cetrolini sott’aceto ( scusate, ma quelli tedeschi sono buonissimi!) oppure i crauti! :) Che non mi fanno impazzire…

Sott’olio… Metodo di conservazione simile a quello precedente poichè evita lo sviluppo di muffe e batteri.Il sott’olio si utilizza con vegetali cotti .. se sterilizzati possono conservarsi per diversi mesi. Ma attenzione, effettuate bene questa operazione.. il botulino è sempre in agguato, sopratutto nelle conserve preparate in casa… il nostro professore di igiene si è molto raccomandato.. ” fate attenzione”!! Si prof… :o)

P.s.Se non avete tempo per una conserva sott’olio come si deve ( i mitici pomodori) e volete essere sicuri di ciò che mangiate provate una di queste qui … potreste spacciarle per vostre!!
Eh eh eh… E voi di che conserva siete???Vi aspetto!