Questa ricetta l’ho rubata dalla sua cucina… ;)
Shhhhhh.. che mica lo sa, ancora!!
Farà parte del nuovo menu, disponibile fra qualche giorno… e ho avuto la fortuna di fare un test (faticosissimo) sul campo..

Perfetta per una cena in terrazza ( per chi ha una terrazza) in una calda sera primaverile.. Qui a torino pioggia e pioggia da ieri.. non vedevo l’ora!! Che bello..finalmente si respira..Dopo tre mesi di siccità totale… ;-D

pescespada grammi 500
scalogno 1 ( finemente tritato)
bacche di ginepro 3
alloro 2 foglie
patate grammi 100 (lesse)
olio e.v.di oliva ligure q.b.
vin santo 3 tazzine da caffè
burro beppino occelli grammi 250
sale & pepe q.b.

rosolate il pesce spada con due cucchiai di olio e lo scalogno in una pentola di rame o alluminio… aggiungete le bacche di ginepro e il lauro..fate rosolare per qualche minuto…bagnate il pesce con il vin santo,aggiungete le patate.. cuocete ancora per qualche minuto…passate tutto nel blender e aggiungete all’ultimo il burro ammorbidito.. la pasta alla fine dovrà essere molto liscia, e se non bastasse ripassate nel setaccio…
foderate uno stampo di alluminio da plum cake di pellicola trasparente, versate il composto ottenuto, sigillate bene e mettete nel frigorifero per una notte
n.b.a vostro gusto potete aggiungere una decina di pistacchi e una ventina di chicchi di uva passa,prima di mettere nel frigorifero…
servite a fette con petali di fiori e germogli… io ho dovuto ripiegare su zeste di arancia e pistacchi!!!

Terrina di Pesce spada al profumo di Vin santo

La prossima volta un’intero campo di violette.. per il mio spada!