Antipasto piemontese di Simone Ferrero, Sotto la Mole (To)

Ogni tanto riesco a partecipare a qualche cena in veste di degustatrice e non di cocinera.. ;)))!! E poi se la cena é a scopo benefico, partecipo anche più volentieri! Mi sembra giusto, no?
La serata di mercoledì é stata davvero bella ed emozionante..la sala dei duecento di eataly era gremita (eravamo circa 130 persone!) ; al tavolo accanto al nostro sedeva anche il presidente di Slow Food , Roberto Burdese, che ha aperto l’incontro con un discorso molto interessante sulla biodiversità, l’agri(bio)coltura che sta prendendo sempre più piede in molte parti del mondo, citando tra tutti il lavoro dei contadini di Cuba.

Cinque Osterie per Terra Madre, 11 Giugno 2008-Sala dei 200 Eataly

Non basterà un solo post per parlare di quante cene ed eventi come questi si stiano organizzando in tutta Italia (tramite le condotte di ogni città) per permettere di raccogliere fondi, grazie ai quali si potrà finanziare il viaggio di alcune comunità del Sud del mondo. Sempre una bella cosa poter fare del bene.. e poi fa star bene, almeno per me é così!
Cinque Osterie di Torino si sono avvicendate in cucina per deliziare i nostri palati con ben 5 portate.. Questa volta non so perché (complice forse la dose massiccia di cortisone che mi hanno prescritto, causa la mia allergia/intolleranza) ho mangiato tutto (e anche bevuto, certo) ma proprio tutto quello che avevo nei vari piatti! Roba da non credere… :o)

Il Carpione visto da Sandro Tonnara (Trattoria Con Calma)

Ho creato un piccolo collage in ricordo della serata.. piatti, persone, amici, chef al lavoro e in pausa “cibo” (vero Simone).. ma d’altronde son da sfamare anche loro, e che diamine!!
In apertura uno scatto “sul campo” del delizioso Antipasto piemontese preparato da Simone Ferrero del Sotto la Mole, piccolo ristorante situato proprio davanti alla nostra belle Mole Antonelliana!

Simone Ferrero (Sotto la Mole) beccato con il boccone!

A seguire subito sotto Carpionata Estiva di Sandro Tonnara, della Trattoria Concalma, situata sulla bella collina torinese.. a due passi dal centro, pare di stare immersi in una natura incontaminata..
Piccola pausa di chiacchiere e vino e ci servono il Riso Acquarello saltato all’ortolana di Dario Elia, della Trattoria Oca Fola, altro luogo di tradizione della nostra città..

Brasato al Barolo-William Saletta (Trattoria Saletta)

William Saletta de la Trattoria Saletta (proprio vicino a casa nostra, guarda che caso!) ha presentato uno dei suoi cavalli di battaglia..il Brasato al Barolo.. di rigore la scarpetta!!
Qui cari amici avrei volentieri sbottonato i jeans.. ma non sarebbe stato carino andare in giro per la sala, a far foto con i calzoni slacciati!!! :DDDD
Ci prendiamo una piccola pausa.. ma i camerieri sono super attenti e servono uno spumantino per degustare il dolce che sta per arrivare.. Daniele Rota delle Antiche Sere (luogo dal fascino di altri tempi) ci propone il duo più classico della corte dei dolci piemontesi Bunet e Panna cotta!

Bunet e panna cotta, Daniele Rota (antiche sere)

Per l’abbinamento vini lascerei la parola a Vittorio (alias Tirebouchon) che sicuramente ne sa più di me! Io ve li nomino soltanto:Franciacorta Cuvèe Brut -Monterossa /Pietracalda 2006-Fiano di Avellino-Feudi di San Gregorio (peccato fosse davvero caldo)/ Serpico 2006 Irpinia Aglianico-Feudi di San Gregorio e con il dolce Asti Spumante.

vi invito a consultare dal sito di Slow Food Italia la sezione eventi, dove certamente troverete una cena o una degustazione dedicata alla raccolta dei fondi per la causa di Terra Madre… Stare in compagnia, un buon vino, tante chiacchiere per fare bene.. Cosa aspettate??? Fate come noi!!

Per i prossimi giorni stay tuned… :))