Non ho ancora bimbi che girano per casa, ma il mio ricordo di bambina che pasticciava la domenica mattina a casa, mentre mammina preparava la pasta fresca o qualche torta è una cosa che mi fa ancora sorridere, e che porterò nei miei ricordi d’infanzia per sempre…
E a questo deve aver pensato Allan Bay scrivendo una delle sue ultime “fatiche letterarie”…
“Cuoco me” ( Edizioni Feltrinelli Kids) con sottotitolo: 50 ricette per imparare a cucinare senza farsi male,incendiare la casa, finire al pronto soccorso o avvelenare i genitori!!!

Nel libro un maialino chef aiutato da un draghetto tuttofare danno delle semplici e divertenti istruzioni (corredate da molti disegni) ai bimbi che vogliono “imparare a cucinare” per stupire mamma e papà…
Un esempio di ricetta… “Il panone super dei supergolosi” da preparare per i compagni di giochi!! O le “vongole fagiolose”….
Uno spunto divertente per avvicinare i bambini al mondo del cibo divertendosi, avendo questi ultimi , nell’era moderna, dei seri problemi di alimentazione…vedi obesità precoce, diabete infantile, casi di bulimia etc….

Aggiungo un decalogo che ho trovato su sito dedicato ai più piccini…

Il decalogo del cuoco perfetto … o quasi ( By Golosino)

“Prima di mettervi davanti ai fornelli vi dò un po’ di consigli. Lo so a cosa state pensando.State pensando “E adesso ci si mette anche Golosino…. Poveri noi, siamo rovinati!!!”.Tranquilli, sarò breve:
1. Prima di iniziare, lavatevi bene le mani
2. Decidete la ricetta che volete fare e preparate gli ingredienti, mi raccomando rispettate il peso ed i tempi di cottura
3. Attenzione ai coltelli usate preferibilmente quelli a punta arrotondata e seghettati, sono meno pericolosi
4. Forno, fornelli, elettrodomestici fate che siano la mamma, la nonna o comunque un adulto ad usarli
5. Se dovesse cadere qualche cosa sul pavimento o su un mobile, pulite subito, perché poi diventa più difficoltoso rimuovere lo sporco
6. Se devi prendere qualcosa che scotta usa sempre le presine od il guanto da forno
7. Non appoggiare mai direttamente sui mobili o sul tavolo le cose calde, utilizza i sottopentola
8. Questo avvertimento è per le signorine, se avete i capelli lunghi, raccoglieteli con un mollettone o con una fascia
9. Indossate sempre un grambiule per riparare i vestiti. oppure usate degli abiti da casa
10. Quando avete terminato il lavoro, lavate gli utensili, asciugateli e riponeteli al loro posto, non lasciate la cucina come se fossero passati Attila ed i suoi, anche perché se dimostrate di essere in grado di essere giudiziosi, la mamma non avrà nulla in contrario a farvi cucinare le prossime volte, ma se lasciate un disastro credo che avrete molte difficoltà le volte successive …”

Sembra un approccio serissimo alla “professione cuoco”!! Ma sicuramente anche molto divertente per i più piccini…