Prima di lasciarvi per un meritato riposo, vi posto un’altra “ricettina”interessante tratta dal libro di Allan Bay “Cuochi si diventa 2”

Trattasi delle “Aringhe alla marina”..
So bene che l’aringa e’considerata un pesce”difficile”… Ma io le adoro, proprio come cita Allan ne “Mania dell’autore 6:le aringhe…Aringhe che passione! fresche, sotto sale, affumicate..Sono sempre meravigliose …”

Tra le ricette ho scelto questa, da proporre per una cena in piedi, su crostoni di pane caldo, crackers, etc… Farete un figurone ;-)
Aringhe affumicate una confezione
Buccia di un limone tagliata a Julienne fine
Cipollotto freschissimo uno
Aceto di mele un cucchiaio
Olio Extravergine d’oliva ligure o del garda (comunque delicato)
Peperoncino q.b.

Tagliate a filettini i filetti di aringa ( ! ) affumicata.Metteteli in una terrina, a strati, alternandoli con il cipollotto fresco tagliato a rondelle, la buccia del limone tagliata a julienne, l’aceto di mele e peperoncino a piacere.
Alla fine coprite a filo con l’olio extravergine d’oliva; potete trasferire, se volete, in un vasetto di vetro .
Lasciate riposare almeno per una settimana in un luogo fresco.

Gustare aringhe e olio, a volonta!!
N.B. Durano a lungo, sempre coperte d’olio, e sempre conservate in luogo fresco….

Bon appetit…