Sabato sera eravamo con alcuni amici nella Libreria Mood in Via Cesare Battisti 3/E a Torino per prendere un aperitivo, e devo dire che a mio modesto parere, e’ uno degli esperimenti piu’ riusciti nel collegare il Cibo ai libri, nella nostra citta’… Ambiente giovane, buoni vini, forse troppo piccola per la quantita’di persone che di solito si ritrova li’ per due chiacchere e un bicchiere di vino…
E chiacchera chiacchera, mi sono soffermata parecchie volte sulla copertina di questo libro…
Chi mi conosce sa che, portare Sandra in libreria , significa dover restare ore e ore ad aspettare che finisca il giro avendo riempito per bene il carrello!! Sono l’incubo del mio fidanzato… Anche nei supermercati se mi “perde” sa dove venirmi a cercare……. Reparto libri!!

E cosi ‘che , amore a priva vista, ho preso al volo questo aglio e zaffiri -vita segreta di una gastronoma mascheratadi Ruth Reichl… Praticamente gia’ finito!!

“Un bel giorno a Ruth Reichl propongono di diventare il critico gastronomico del New York Times. La sua missione sara’ visitare e giudicare i ristoranti della sua citt?. Con riluttanza Ruth accetta, ben sapendo che a New York c’e’ la piu’ alta concentrazione di ristoranti di tutta l’America e che il New York Times e’ la testata pi? importante, la creme del giornalismo.
E poiche’ la sua foto circola gia’ in tutti i migliori locali, per svolgere nel modo piu’ obiettivo possibile il suo lavoro Ruth escogita una soluzione semplice ed efficace: vestire i panni del cliente “qualunque”.Un giorno bionda fatale, il giorno dopo intellettuale “alternativa”, poi signora modesta e quasi “invisibile”, quindi donna in carriera. Cosi’ travestita scopre che ai clienti “qualunque” le tavole piu’ costose e raffinate riservano tante brutte sorprese… Non solo: i personaggi dei suoi travestimenti finiranno con l’influenzare i suoi giudizi e l’aiuteranno anche a capire qualcosa di pi? e di diverso su se stessa. Un libro sui piaceri della cucina, da gustare come il piu’ sfrenato romanzo d’amore (per la cucina e il cibo) , insaporito da meravigliose ricette (tutte da provare), impreziosito da recensioni taglienti e piene di verve, condito con tanto umorismo….”

Ruth Reichl e’ stata critica culinaria per il New York Times e per il Los Angeles Times.
Ha scritto anche per Vanity Fair, Metropolitan Home e Food and Wine. Attualmente e’ direttore di Gourmet Magazine e vive a New York con il marito, il figlio e due gatti.
Da Ponte alle Grazie sono usciti La parte piu’ tenera e Confortatemi con le mele.

Buona lettura……..