Confettura di pomodori gialli al pepe bianco dello Sri Lanka (Commercio Equo & Solidale)

Confettura di pomodori gialli al pepe bianco

La nostra gita sur la cote é stata accompagnata, come vi ho già detto nel post precedente, da tempo funesto.. le nuvole si rincorrevano e il sole ha davvero faticato tanto per uscire allo scoperto..A parte qualche bel raggio caldo sabato a pranzo, i nostri tre giorni sono trascorsi in passeggiate a piedi e spesucce goderecce…
D’altronde ormai Rob lo sa.. Quando entriamo alla Galerie Lafayette a Nizza il solo reparto che visito é quello dedicato alla gastronomia e agli articoli per la cucina! :o) E forse in fondo in fondo ne è contento.. se no sai che salassate al reparto profumi, abiti & C???? :o)
Carrello alla mano, mi aggiravo tra la miriade di colonne di frutta e verdura, tutte in bella mostra, super ordinate.. da non credere come sistemano gli ortaggi in quel supermercato! E girellando mi sono trovata di fronte ai pomodori gialli… dang!amore a prima vista! Purtroppo da noi è molto difficile trovarli, almeno a Torino é impossibile.
Così armata di busta ho acquistato i miei primi pomodori dal colore del sole… almeno qualcosa di solare l’avevo trovata!
Oltre ai pomodori, un sale finissimo naturale aromatizzato, che trovo solo a Nice, un aceto very special (che vedrete tra qualche post) e un olio altrettanto particolare.. oltre naturalmente alle cibarie per i due giorni di pranzi e cene che ci attendevano! Mentre tornavamo il mio cervellino si mette a lavorare.. pensa, pensa e alla fine decido di trasformare i miei bei pomodori gialli in una confettura, da degustare questo autunno… Mi spiaceva mangiarli in insalata! Che ne pensate?
Ecco qui la mia prima confettura di pomodori gialli… va da se che si può fare anche con quelli rossi… Adoro il sapore del pomodoro, leggermente acido, abbinato allo zucchero..
Ho voluto fare la prova e mettere dei grani di pepe bianco (+ qualche bella grattata, per accentuarne il sapore sulla lingua) e devo dire che sul biscottino al burro e sale di Guerande ci stava davvero d’incanto. Me la immagino già su qualche saporito formaggio!

Yellow tomatoes

pomodori gialli grammi 700
zucchero grammi 220
pepe bianco* dallo Sri Lanka (del Commercio Equo e solidale) in grani + grattugiato q.b.

Lavate bene i pomodori sotto l’acqua fredda, asciugateli e tagliateli prima a fette e poi a listarelle. Metteteli in una casseruola abbastanza capiente con lo zucchero..mescolate bene con un cucchiaio di legno.Appena inizia il bollore, aggiungete i grani di pepe bianco a piacere e un paio di grattate dello stesso pepe.
Cuocete a fiamma bassissima, rimestando di tanto in tanto per circa 45/50 minuti.
Invasate la confettura ancora calda, chiudete i barattoli e capovolgeteli.

*Pepe bianco dello Sri Lanka, proveniente da Podie organizzazione cooperativa di donne che con la lavorazione delle spezie posso rendersi indipendenti ed emancipare il loro ruolo.

Ho pensato di pubblicare alcuni post (questo sarà il primo della serie) dedicandoli ad un prodotto del Commercio Equo & Solidale.. o Fair trade. Cucina di tutti giorni, creata con uno o più prodotti del fair trade.Trovo che sia giusto e doveroso dare una mano a chi ne ha bisogno, ma a volte non basta fare “elemosina” si deve donare con il cuore, pensando anche ad un aiuto concreto.. e l’acquisto di questi prodotti secondo me é un buon punto di partenza..permettiamo loro di continuare a lavorare la propria terra, mantenendo intatti i propri valori, con orgoglio e fierezza.

Fair Trade Organization

Qui di seguito vi lascio alcuni indirizzi dove trovare prodotti del Commercio Equo & Solidale (Fair Trade):
Altromercato nei negozi specializzati ed in alcuni supermercati
Bottegasolidale on line
Ciai Centro Aiuti per l’infanzia, acquisto di “bonus” e oggetti per aiutare i bambini
Qui la Carta dei criteri italiana (del commercio equo e solidale)

Confettura di pomodori gialli al pepe bianco

34 thoughts on “Confettura di pomodori gialli al pepe bianco dello Sri Lanka (Commercio Equo & Solidale)

  1. Una bella concentrazione di idee in questo post Sandra, bravissima! e grazie per gli indirizzi del fair trade. Ahh…mi passi un biscotto che assaggio la tua confettura? :-)

  2. Uvetta, grazie.. ho cercato di raccogliere tutto quello che mi passava per la testa in questi giorni! :)) P.s. biscotto, arriva arriva, vedrai! :o)

  3. Che dire cara Sandrina, non li avevo mai visti questi gialli e poi la confettura!!! Nel prossimo tour in Costa Azzurra tocca che me li vado a comprare…..è un buon pretesto per andarci no??
    P.S. ancora no cavo USB quindi non posso postare le foto del breakfast che sono al momento intrappolate nella Olympus, manaccia….

  4. Sandra, i tuoi pomodori gialli sono una meraviglia e ciò che ne hai fatto, pure!
    Davvero spettacolari.
    Per quanto riguarda il cibo equo solidale, ti segnalo la nuova linea marcata proprio Fair trade proposta nientepopodimeno che alla LIDL.
    Il cioccolato fondente ha vinto lo scorso anno il premio come miglior cioccolato tedesco (fonte: ALTROCONSUMO) e il caffè, come lo zucchero di canna, è davvero buono.
    Quanto vada alle popolazioni tirate in causa da queste associazioni, poi, è un altro paio di maniche…ad ogni modo, sempre meglio poco che niente. Appoggio in pieno questa tua iniziativa.
    Un bacio.

  5. Valida! La proverei ma sono troppo pigro per fare le marmellate. Aspetto un vasetto in omaggio :-P Per quanto riguarda i prodotti del commercio equo, consiglio: riso aromatizzato tailandese, il cous cous integrale e il mitico zucchero mascobado.
    Ciauu

  6. Ma che post pregno di cose belle e buone!!:o)
    I pomodori gialli qui da me ho provato a vederli ma non li ho mai presi…non essendo io un’amante del pomodoro(crudo)..e ad ogni modo lo posso mangiare poco(sempre x via di quel “£&£//$£ di iridologo!!!)anche sottoforma di salsa etc…
    Comunque l’idea della confettura è forte!!Sarei curiosa di sentire l’effetto che può avere in bocca..vedremo!
    per quanto riguarda il commercio equosolidale..Già da tempo compro prodotti Altromercato e anche altri…Come dici tu è giusto aiutare non solo elemosinando ma anche col cuore!
    Brava zenzerina!!Sei sempre un mito!!!
    Besos***

  7. Cara… non avrò pace finché non avrò nel mio orto un simile capolavoro di colori e -immagino- sapori!
    Chissà come ci verrebbe la mia versione estiva dell’amatriciana: di solito la faccio con il pomodoro verde, o rosso, ed è uno spettacolo. Con il giallo sarebbe solare :)
    Ti faccio sapere se inizierò la coltivazione :)

  8. tutto bello…
    tutto buono…
    ma quello che mi lascia perplessa è che neanche un paio di post fa’ asserivi… sono solo l’effetto dei nostri comportamenti sconsiderati… e poi in una ricettina mi rifili il pepe dallo Sri Lanka e il sale di Guerande!! :(
    ma crediamo davvero che il ns caro mondo possa essere solcato da mezzi di trasporto, che oltre ad inquinare contribuiscono a bruciare le poche energie che ci rimangono, senza pensare che siamo anche noi parte attiva a questo disastro ecologico verso cui ci stiamo avviando?
    assolutamente lodevole la solidarieta’ a popolazioni meno fortunate, ma poi domani magari decanteremo il cibo a km 0!!?
    buongiorno e coerenza… :)

    R.L.

  9. Rispondo in prima a RL,intanto benvenuta,
    Allora hai perfettamente ragione, il tuo discorso non fa una grinza.. ma nella mia piccola parte di mondo cerco di evitare l’uso sconsiderato dell’auto andando anche a piedi o in bici e la macchina la uso se davvero mi serve.Cerco di riciclare più materiale possibile, consumare poca acqua, non lavo i piatti a mano ma uso solo la lavastoviglie due volte alla settimana.
    Il mio discorso del post precedente parla di anni,almeno un secolo di danni causati dall’uomo…E di sicuro ci siamo dentro tutti, anche tu cara R.L.
    Quest’ultimo mio post é un modo per dare una mano a chi ha bisogno, visto che i danni continueranno/remo a farli per un bel pò di tempo ancora (che ci piaccia o no).Il peggio deve ancora arrivare.
    Il cibo a km 0 é una realtà in parecchi ristoranti in Italia e nel mondo ormai.
    Ma è basata non sulla totalità del menù, ma credo solo su 60%.
    Il Gambero Rosso ci ha scritto addirittura un articolo di diverse pagine (numero di Maggio o8) molto interessante e ricco di informazioni utili.
    Continuerò a recensire prodotti del mercato equo & solidale perché credo che sia giusto ed eticamente corretto.O forse é meglio lasciare che queste persone vendano i loro prodotti agli abitanti del villaggio che hanno a malapena i soldi per mangiare?
    Sarebbe meglio studiare un sistema per creare energia alternativa per i mezzi di trasporto che sostituisca quello attuale. Ma al solito si fanno parole e pochi fatti.
    buongiorno a te R.L. grazie dell’intervento e torna pure quando vuoi.
    P.s. una domanda:bevi vino? :)))
    §§§§
    Paola, peccato per le fotografie…. ma tanto da qui non scappo mica!
    Spilucchina, grazie dell’info.Non conoscevo quella del LIDL, andrò a dare un occhio!Se vuoi puoi partecipare, mi farebbe piacere allargare l’orizzonte a questo progetto.
    Grassoz, zucchero ce l’ho! I resto lo prenderò al prossimo giro di spesa.. mercì!
    Cry, fare del bene fa bene, diceva qualcuno vero? :o) Buona giornata sotto la pioggia! P.s. fatta colazione? :))

  10. Adoro queste strane confetture, e poi i pomodori non sono solo rossi, ma bianchi, verdi, gialli e viola.
    Sul sito web dei Seedsavers (seedsavers.org) trovi una marea di qualità di pomodori (tomato).
    A quando l’assaggio ;-)

  11. Buongiorno cara, come al solito quando passo da te non rimango delusa, ma anzi estasiata!
    Questa confettura dev’essere davvero fantastica e la proverei subito con un bel pezzo di formaggio!
    Ad ogni modo ti confermo che nemmeno io ho mai trovato i pomodori gialli a Torino, ma nel resto d’Europa esistono eccome e come dice appunto Vittorio qui sopra esistono anche viola e bianchi.
    Nadia – Alte Forchette -

  12. E com’è Sandra che a Torino non si trovano i pomodori gialli? pensa qua in Calabria potrei giurare che il 90% degli abitanti non ne conosce neppure l’esistenza, bel risultato comunque (come al solito del resto)

  13. Ciao Sandra, complimenti per tutto! Per le foto, per la ricetta che farò, ma con i pomodori rossi perchè anche a Milano quelli gialli non si trovano, ma soprattutto complimenti per l’iniziativa del commercio equo e solidale, sono d’accordo con te non è carità, io dico sempre che è offrire un’opportunità; anche nella mia azienda hanno messo i distributori dell’Altromercato, e alcuni prodotti, tipo le noci moscate, li trovo anche migliori di quelli che si trovano solitamente in commercio. Giovanna

  14. grazie della priorità nel rispondermi e dell’ospitalità offertami :-)
    il mio era solo un modo x sollevare un problema che ritengo attuale e l’ho fatto fruendo dell’ospitalità offertami da questa tua pagina.
    credo che “noi umani” stiamo andando verso un punto di non ritorno…tutto lì, ma non voglio assolutamente asserire con questo che tu sei l’artefice dell’apocalisse!!
    ..era un sottolineare delle politiche attuate dai signori del gambero, dello slow, etc.. che ancora non mi riesce di capirne la logica: prima globalizziamo e poi KM 0 …booh :-(
    ma forse quello che mi rammarica ancor d+ è l’assistere al proselitismo + bieco da parte di tutta una serie di commentatori che scrivono del niente, ma attivissimi e puntuali sempre e solo ad osannare facendo gara a chi è + melense.
    mai che mi riesca di leggere una critica, uno spunto di discussione, un dissentire, un ..non mi piace.
    ma questa è tutta un’altra storia…. ;-))

    dimenticavo… adoro il vino!!

    cincin

    R.L.

  15. Eccomi di ritorno dal relax cocinero!! Periodo di “pensieri sparsi”, e così mi rifugio nel mio regno, in meditazione culinaria!
    Allora andiamo per ordine
    Sapa, io li avevo visti solo sulle riviste e qualche libro di cucina.. E così non potevo farmi sfuggire l’occasione per comprarli.Sai quante cose sto imparando io.. :))))
    Annamaria, grazie! E felice anniversario! :DDDD
    Vittorio, che dici:io metto i semi e tu l’orto?? :))) assaggio quanto prima!
    Nadia, già avere quelli viola sarebbe il massimo, no?? Beh, accontentiamoci di quelli rossi e verdi allora! Buona serata.. :o)
    Cocò, :DDD grazie, ma sei sicura che dalle Vs parti non ci siano?? Il clima secondo me sarebbe ideale..
    Giovanna, cercherò anche la noce moscata che l’ultima volta non ho trovato.Beh siete fortunati se in azienda hanno deciso di mettere distributori con prodotti equo..grazie per l’appoggio morale! :DDD
    twostella, dicono di si, ma non ho idea di dove trovarli.Se lo scopro ti mando una mail subito! Notte!
    carissima R.L. speravo di poter riprendere la chiacchierata di oggi..So che la maggior parte dei blog ha quasi azzerato le discussioni, ma a volte molte persone evitano le discussioni e preferiscono commenti semplici e indolori.Non sempre chi scrive ha voglia di mettere su dialoghi o cercare spunti per “risse” più o meno “costruttive”. :))
    Tornando alla “nostra” chiacchiera costruttiva anche a me a volte pare incomprensibile la politica dei grandi gruppi (tu citi Slow e gambero)..forse si segue un onda invisibile che alla fine non si sa dove vada a parare, ma per non sbagliare nel dubbio si segue!
    Mi auguro che non resti una discussione isolata.Mi piace scambiare le opinioni con i lettori; molti di voi non commentano, ma scrivono in privato.Come vedi ognuno lo fa a suo modo!
    Il vino.. ecco questo é un altro tallone di Achille.. Se iniziamo a fare il discorso Km zero con il vino non ne verremo più a capo! :DDD
    cin cin a te e buona serata!
    P.s. ma non ci sveli nemmeno il tuo soprannome?

  16. molto bello fare post sul commercio equo e solidale
    Ho postato parecchie ricette sotto questa categoria gli scorsi due anni quando lavoravo per la cooperativa di commercio equo e solidale trentina Mandacarù!! Non vedo l’ora di vedere le tue bellissime ricette che classificherai con questa bellissima label, se vuoi vai a vedere quelle che ho postate nella categoria, magari trovi qualche cosa che ti può ispirare qualche nuova creazione ^_____^
    Ho fotografato anche qualche bell’oggetto acquistato nelle botteghe, hanno delle ottime stoviglie, tessuti e oggetti per fare gli still life, c’è l’imbarazzo della scelta.

    La confettura è molto bella, stupenda, che sogno imbottigliare un po’ di sole in una albarella!

  17. Da qualche parte li avevo visti i pomodori gialli. Deve essere una confettura meravigliosa.
    Sentiamme: la belva stanotte mi ha inondato la cucina. È normale? Ora è liquida liquida. Ho sbagliato qualcosa o procede come deve? Ahhhh, spero di non farla morire!! Un bacio grande

  18. oh la la la côte! ;) Che invidia Sandrocchia! Questa confettura dev’essere davvero interessante. Ma se vengo a trovarti me ne metti un pó da parte vero?
    bacioni e buon weeekend

  19. Sandra carissima…quando vado a Parigi alle galleries lafayette, c’é il reparto Gourmet..e li’ mi perdo nelle mille cose buone del mondo…confetture,sale,zuccheri,spezie di ogni specie…ore li’ dentro e mio marito che aspetta sempre alla caffetteria…non posso fare a meno di comprare novità e curiosa come sono de provare in ogni caso…i pomodorini gialli li trovo facilmente e penso di provare questa confettura che credo si sposi bene anche con dei filetti di pollo grigliati..non so’ perché ma questo mi ispira…senza dubbio con il pane…alle noci..una delizia…buona fine settimana e aspetto il resto delle tue scoperte…:)))

  20. Scusa volevo aggiungere che molti miei acquisti fanno farte del commercio equo solidale..vedi cioccolato..latte di cocco..aromi vari e tisane…te…zucchero..proprio di tutto…ciao

  21. Vedo che e’ cominciata una discussione interessante a partire da questa originale e solare marmellata…
    credo che sia difficile frenare la voglia di utilzzare ingredienti esotici porvenienti da paesi piu’ o meno lontani, e’ sempre accaduto, poi c’e chi lo fa di piu’ e chi lo fa di meno….
    Trovo piu’ grave comprare le arance spagnole, quando ci sono buonissime arance italiane, o filetti di pesce persico africano, che costano si 10 euro al kg, ma hanno provocato lo stravolgimento dell’ecosistema del Lago Vittoria e l’impoverimento della popolazione locale……

    Trovo che il consumo consapevole sia un dovere da attuare quotidianamente, in questo quadro usare saltuariamente ingredienti esotici o particolari non mi semra sia una grossa contaddizione!
    Detto cio, anche io quando posso, uso prodotti del commercio equo e solidale, incrociando le dita xche’ non sia tutto un’enorme bufala :)

    Un bacio Sandrina!

  22. cari/e amici, mi sono goduta il primo raggio di sole a Torino!!! Non mi pare vero, vedere la luce, dopo tutta questa pioggia!
    Laura, ma grassie… :))
    Comida, ho un negozietto carinissimo di commercio Equo proprio vicino a casa, in via Saluzzo che ha dell’artigianato meravilglioso.. sto facendo l’occhietto ad un paio di cosine e la prossima volta mi sa che me le regalo! :o) E vengo a vedere i tuoi post, certo.. ricordo quando me ne parlavi, due anni fa! Mannaggia come passa in fretta il tempo! :-**
    Alex, invasione degli ultracorpi 2 la vendetta??? :DDDDD vorrei proprio vederla, mi mandi una foto?? Per il fatto che sia liquida, non ti preoccupare e se ti ha invaso la cucina vuol dire che é molto arzilla, la ragazza.. la mia, rinfrescata ieri sera é esplosa nel frigo, fai tu!! :))) baciotti
    Angie!!! ma quando vieni???? :)) Noi stiamo programmando le vacanze, ma ancora non si é deciso dove e quando, ma può essere anche spagna, ma tu sei a Roma, vero? :-***
    Mariluna, ehehehehe par di vedere i ns mariti rassegnati al loro destino!! Il mio però mi segue con il carrello.. Questo si che é amore, vero cara??
    Elvira, d’accordo sulle arance spagnole.. e al mercato vado solo da chi le vende rigorosamente siciliane !Non parliamo del Persico africano, che oltretutto non sa di niente e ha solo fatto dei gran danni, come hai detto tu.. un abbraccio e buon fine settimana! :))

  23. Ho deciso di provare a mettere nella carta dei vini alcune bottiglie dell’Altromercato, per andar oltre il concetto del vino fine a se stesso.
    A proposito dei banchi dei Lafayette, io sono rimasto a bocca aperta al vedere la perfezione di un mercatino rionale a Parigi: non una mela o un’arancia fuori posto. Tutto si può dire dei francesi, ma non che non abbiano gusto estetico.
    Buona domenica.

  24. i prodotti LIDL Fairglobe sono certificati Fairtrade, rispetto al mercato “normale” in cui al produttore resta circa un 5% nel caso del Fairtrade va dal 27 al 30% del prezzo pagato dal pubblico in ITALIA.
    saluti

  25. Maurice, mi ero persa per strada te! :))) Forti i francesi in fatto di frutta & C!
    Paolo, molte grazie per questa delucidazione tecnica, mi fa molto piacere saperlo.. d’ora in avanti cercherò quelli di FAIRGLOBE!

  26. Cercando altro tramite Google… ecco che mi imbatto in un articolo sui pomidoro gialli.
    Non ho resistito…
    Amo questa varietà di solanacee alla follia…
    Le amo e le coltivo.
    Si, sono anni (almeno 30) che nel mio orto di casa si coltiva questa varietà di pomidoro; se permettete rispondo pertanto a Consy [Giugno 5th, 2008 at 10:43].
    Innanzitutto… il sugo.
    Si, puoi provare a sostituire il pomodoro rosso e/o verde con quello giallo, però sarà bene che tu faccia alcune prove perchè il sugo a base di pomidoro gialli è buonissimo (ed esotico)… ma è tutto fuorchè solare. Anzi, di primo acchito (parlo della vista) è addirittura poco… appetitoso.
    Il pomodoro giallo, oltre ad essere totalmente privo di polpa (difatti all’interno è cavo come i peperoni… quindi si presta naturalmente ad essere farcito), una volta cotto assume una tonalità di colore veramente poco appetitosa e di dubbio gusto.
    Diciamo che assume la colorazione di una deiezione da intestino disturbato.
    Superato lo scoglio del colore, il gusto poi è veramente “diverso” e ricercato.
    Per quanto poi riguarda la coltivazione… se è questa la tua idea, ti consiglio si interrare le piantine di pomidoro gialli molto ben distanti da quelle della varietà rossa (qualsiasi essa sia) perchè, se sono nelle immediate vicinanze, se ne avrebbe un “imbastardimento”. In poche parole, avresti dei pomidoro gialli di colore rosso.

    Per il resto… buona giornata a tutte/i

    Cerea.

  27. ciao a tutti, io sono anni che utilizzo i pomodori gialli perchè sono allergica a quello rosso. Ne esistono una varietà infinita, solo che sono molto difficili da trovare, anche se negli ultimi anni alcune qualità, come il ciliegino o quello fatto a perina si riescono a trovare nei consorzi durante i periodi di semina.. Non è nemmeno semplice trovare i semi, è sempre meglio tenerli quando si riescono ad avere. Si può fare serenamente la conserva con quelli a perina o a datteri, solo che non si trovano sul mercato al kg. Noi ce li produciamo in casa, anche perchè è risultata allergica anche mia figlia che ha 3 anni. C’è poi da dire che abitiamo in montagna ed è quindi più normale avere l’orto.. Comunque se qualcuno di voi avesse informazioni su dove comprarli al kg.. volentieri..:-) grazie e saluti a tutti..

  28. Li coltivo anch’io oramai da tre o quattro anni perche’ ci piacciono molto crudi,li ho conosciuti anni fa ,abito in Francia,proprio vicino a Nizza:-))Alla fine stagione me ne restano sempre parecchi ed oramai li ho provati in tutti i modi,fuorche’ la confettura.Grazie per la ricetta provero’ anche questa!!
    Il sugo gia’ fatto,ne faccio barattoli che sterilizzo,il risultato é ottimo come sapore ma esteticamente non é il massmo,guardate qui:
    http://farm3.static.flickr.com/2028/1970631581_598d0a95c4.jpg
    Altro impiego,confits e sterilizzati,ottimi come contorno invernale;sterilizzati interi,quando sono disperata e non ho tempo li metto nei barattoli e sterilizzo,sono cosi’ pronti per fare sughi in inverno.Insomma se avete un pezzetto di terra ve li consiglio!!

  29. theo, karen, sandra!
    Grazie infinite per i Vs commenti a proposito dei pomodori gialli.. Avessi della terra sarei felice di poter coltivare questo nettare..
    Vi chiederò lumi appena potrò ‘pensare’ di coltivarli anche qui a Torino. :)))
    P.s. Sandra, se ripassiamo da Nizza li assaggerei volentieri!
    Notte a tutti e ancora grazie!

  30. Ah Sandra te l’avevo accennato su faccialibro, ma per onor di cronaca e ringraziamento anche qui: grasssssssie, fatta fatta (con qualche piccola variante) e l’èèèè bbbona! :)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>