Pane con pasta madre

Era da un pò di tempo che ci giravo intorno… e poi sono circondata da amiche (blogger e no) che panificano in casa con la pasta madre… E alla fine grazie a Lilli -che ha ricevuto in dono una nipotina delle sorelle Simili- circa un mesetto fa mi sono ritrovata una bis bis nipote nel frigorifero! Grazie Lilli! §:-)
Non avevo mai iniziato per il semplice fatto che la piccolina va nutrita, accudita e curata.. proprio come un Tamagotchi.. insomma una Tatina bis…;o))))
Così, fatta la solenne promessa alla piccola, tranquilla non ti farò morire di fame… sono tornata a casa.
E piano piano sono giunta al secondo esperimento…
Di strada da percorrere lungo il cammino ne ho parecchia … ma essendo cocciuta come un mulo son convinta che prima o poi giungeranno anche dei risultati strepitosi. Per ora non posso lamentarmi.

I tempi che troverete in questo post me li ha suggeriti Lilli tradotti da questo sito fonte inesauribile di spunti, ricette e consigli.
Bene ora sotto, perché abbiamo un Tot di cose da fare cari miei:

PER IL RINFRESCO DELLA PASTA MADRE

1 parte di pasta madre (della volta precedente (1 parte=1 CUP=circa 230 gr)
1 parte di farina bianca forte, da pane
1/2 parte di acqua per una pasta madre compatta, fino a 1 parte per una pasta madre più cremosa a seconda di come preferiamo.

PER L’IMPASTO DEL PANE

1 parte di pasta madre rinfrescata
3 parti di farina bianca forte, da pane (BIO)
1 parte di acqua o anche di più >>> più è soffice e più sarà alveolato il pane
sale 2 cucchiaini da tè

TEMPI E TABELLA DI MARCIA PER PANIFICARE

PRIMO GIORNO

09:00 rinfrescare la pasta madre

lasciare lievitare in un luogo tiepido fino al raddoppio, almeno 3 o 4 ore

13:00 impastare bene gli ingredienti del pane

13:15 terminato l’impasto fare una palla e ungere leggermente

lasciare riposare 30 minuti coperto

13:45 aggiungere il sale e rimpastare ancora 10/15 minuti

14:00 finire l’impasto dando forma di palla e ungere nuovamente

lievitazione coperto: la temperatura farà la differenza, il tempo può variare molto tra 90 min e 3 ore e non necessariamente deve raddoppiare. Deve diventare soffice e umido.

16:00 trasferire delicatamente sul ripiano ben infarinato, senza sgonfiarlo e fare le piegature come per il PSI*, dare la forma e sistemare in una ciotola o cestino+canovaccio molto infarinato con la chiusura delle pieghe verso l’alto o verso il basso a seconda dell’aspetto che vorrete ottenere (verrà capovolto nella pentola) e coprire con un canovaccio.

sistemare tutto in frigo per tutta la notte almeno tra le 8 e fino a 24 ore, lievitazione ritardata. In questo modo si può avere maggiore controllo sui tempi per la cottura.
*PSI=Pane senza impasto

SECONDO GIORNO

scaldare il forno con la pentola di terracotta (munita di coperchio)

capovolgere l’impasto nella pentola bollente, se è la parte liscia in alto fare i tagli in superficie, se è la parte della chiusura delle pieghe si spaccherà da solo in cottura e cuocere per 45 minuti chiuso e 15 minuti aperto…