Capasanta brasata salsa all’Ouzo

Capasanta brasata!

Adoro le Capesante e ogni tanto ,se le trovo fresche e carnose ne facciomo una bella scorpacciata!!
Sono scenografiche,buone e veloci da preparare … :-)))
L’Ouzo è un liquore a base d’anice di origine greca.. in realtà al posto dell’ouzo potrete utilizzare anche del Pastis (francese),Marie Brizard (spagnola),Raki (turco) e via a seguire.. l’importante che il liquore sia a base d’anice..
La mia piccola bottiglia di ouzo arriva dalle nostre scorribande greche (mie e di Lilli) al ritorno dal viaggio in Turchia della scorsa estate.. e cosa potevamo fare a Igoumenitsa nell’attesa del traghetto che ci avrebbe riportato a Bari??? :-)))) dosi da due (per un antipastino sfizioso)

3300737507974040_1.jpg

capesante 4
ouzo due cucchiai
panna liquida q.b.
scalogno 1/2
burro 1 cucchiaio
sale & pepe q.b.

togliete le capesante dalla conchiglia,lavatele velocemente sotto l’acqua corrente e asciugatele… tenete da parte.
Tagliate finemente lo scalogno e fatelo soffriggere a fiamma molto bassa nel burro… aggiungete il liquore,alzate la fiamma per eliminare l’ alcool;mettete la panna liquida,continuando a mescolare,facendo addensare la salsa.Appena pronta,spegnete il fuoco e tenete da parte coperta.
In una padella antiaderente molto calda,fate brasare le capesante (cuocendole un paio di minuti per parte).
Preparate i piatti con la salsa e le capesante ancora calde.Servite subito,magari accompagnando la degustazione con un bicchierino di Ouzo!!
Dosi e procedimento a memoria..ricetta provata qualche settimana fa,in una fredda serata dicembrina… a noi è piaciuta molto..ma se dovessi ripeterla adesso di sicuro aggiungerei/toglierei qualcosa ;-DDD

19 thoughts on “Capasanta brasata salsa all’Ouzo

  1. Provarle diventa un imperativo categorico: adoro le capesante e mi rende perplessa la presenza dell’ouzo (di solito lo evito in cucina perché mi pare diventi amaro).
    Al primo passaggio dal pescivendolo, si provano!
    Auguri, un poco in ritardo. :-)

  2. Apperò! mai cucinato al sapor di anice, ma sai che potrebbe essere un’ideuzza mica da poco? Mi hai proprio fatto venire voglia, il primo momento che riesco ad andare in pescheria le provo, grazie!

  3. Dolcezza, ma su dai!! Siamo qui per dare consigli e se qualcuno scopre nuovi ingredienti ne sono felice!Un abbraccio
    Lilli, ehehehehe… turkish raki? Yeahhhhh!!! ma quando ci vediamo?? Sono in astinenza da Pippi!
    Alex, mein fraulein! Secondo me questo liquore ti può piacere! baci cocca anzi kuss.. ;-DDD
    Cocò, cara cocò ma non mi stai attenta!! ehehehe… ho scritto che oltre al ‘ouzo e al raki potete provare con il pastis (di facile reperibilità)! Che dici, può essere più semplice? buona serata! :_))

  4. Arf arf buona la capasantina e se poi mi ci metti pure il sentore d’anice svengo arf arf, ma perchè ho sempre fame? Sarà che conosco delle food blogger troppo brave?? Bacioni gioia da sindria ehehehe :P

  5. Franci, grazie!!! bacioni
    Bian,ma come che le capesante non le trovi a Palermooooo???? :-))))
    Adrenalinaaaa,anzi d’ora in poi ti chiamerò Sindria.. che pare Sandra alla lontana, no??Ehehehe..baci stellina e notte!

  6. ***Sono talmente Fusa che mi sono scordata di rispondere a Fiordisale,Lisa e SAlsadisapa!
    Fiordisale,a molti il sapore d’anice non piace,io devo dirti la verità devo ancora trovare qualcosa che non faccia al caso mio,ehehehe!
    Lisa,prego!
    Salsadisapa,Il Varnelli é davvero mitico,direi che può essere una prova fantastica!

  7. Ma che galletta! Altro che capesante, qui a Budapest non ci sono manco le cozze!!! Speriamo che la Pestlé ne faccia una versione liofilizzata, visto mai…
    Giu

  8. Cipolla,evvai!! Anche tu in grecia quest’estate!!!
    Prova e poi fammi sapere, neh?? ;-DDD
    Giu,ehehehehehe…. magari esiste già la capasanta virtual powder! :-DDDD
    Mi dicono che Budapest sia una meraviglia! Ci mandi qualche scatto da li??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *